TOP

Letterature, saggistica e reportage da dentro e fuori i confini d'Europa

Keller editore è una casa editrice indipendente immersa tra bellissimi filari di viti nelle vicinanze di Rovereto, in Trentino.
Fondata nel 2005 e da allora diretta da Roberto Keller si è occupata sin da subito di traduzione pescando soprattutto da quell’ampio bacino di letterature e culture che è la Mitteleuropa e ponendo particolare attenzione anche alle tematiche dei confini.
La Keller è nata e opera in una terra di confine in cui ancora oggi si parlano più lingue e per noi  questo “confine” è qualcosa che esula dai tracciati politici, si muove in un ambito profondo e indefinibile, è confronto e opportunità, è a tratti passato doloroso e investimento per il futuro, è qualcosa sempre pronto a riaffiorare e allo stesso tempo espressione di sintesi inattese. È come un fiume che percorrendo terre diverse raccoglie da loro i minerali e li scioglie in un’acqua che dopo poco è completamente diversa… Il confine – e pensiamo alle Alpi – è anche un bacino prezioso di culture e lingue e, ovviamente, di letterature e offre la possibilità di guardare al mondo in modo diverso.

La produzione libraria si muove attorno ad alcune idee forti.

Libri di qualità, anzitutto, sia nei contenuti che nella forma, caratterizzati da un attento lavoro di redazione, grafica e confezione. La linea editoriale, aperta soprattutto alla letteratura straniera, è costruita attorno a titoli che trasmettono idee forti, capaci di percorrere e comunicare, nei temi e nella scrittura, la complessità del mondo. Scritture e libri «obliqui» che portano con sé i mondi da cui provengono e in qualche modo li contaminano con il nostro, sanno coinvolgere e far riflettere senza allontanarsi dal piacere della narrazione.

LE COLLANE. Sono tre le collane all’interno del catalogo Keller.
Vie e Passi capaci di delineare, con semplicità, nell’alternarsi dei volumi pubblicati lo scorrere dello sguardo sul mondo proponendo letteratura da varie nazioni straniere. Razione K è invece una collana espressamente dedicata al reportage narrativo che si muove tra giornalismo, letteratura di viaggio e approfondimento. Nata nel 2014 ha accolto i reportage apparsi prima nelle altre collane e i nuovi lavori provenienti da grandi autori europei. Sono libri che vogliono offrire occasioni di pensiero, riflessione e conoscenza sull’attualità.
L’ultima nata di casa Keller è K Essay che invece si occupa di saggistica internazionale muovendosi tra storia, scienza, filosofia, pensiero e altre discipline.

La neve ha segnato la nascita della Keller, nel novembre 2005.
Nel 2009 l’autrice rumena di lingua tedesca Herta Müller ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura
Nel 2010 la casa editrice ha ottenuto il Premio Speciale Città di Fiesole
Nel 2015 la Rivista Lo Straniero ha consegnato il Premio Lo Straniero alla Keller: “Roberto Keller ha fondato a Rovereto nel 2005 una delle imprese più interessanti del nostro panorama editoriale, scegliendo come campo d’azione quello appassionante, perseguito con generosa curiosità e intelligenza insieme ai suoi collaboratori, delle letterature poco esplorate dall’editoria maggiore, europee e non solo, e delle letterature di confine. Gli dobbiamo molte felici scoperte, non ultima quella del premio Nobel Herta Müller”.