TOP

IL SILENZIO DEI SATELLITI, Clemens Meyer

Clemens Meyer torna, dopo lo straordinario romanzo Eravamo dei grandissimi, e incanta con storie che raccontano di battaglie perse e desideri travolgenti, mettendo a fuoco le mille facce del nostro tempo.

«Il miglior narratore che abbiamo» FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG

Il silenzio dei satelliti
È passato un bel po’ di tempo da allora. E se i ricordi delle lunghe notti, che in realtà erano corte perché era estate, di quelle lunghe giornate luminose e di quella notte in particolare riaffiorano proprio adesso, non ha niente a che vedere col fatto che il contorno religioso e politico, o comunque vogliamo chiamarlo, sia improvvisamente tornato attuale. Cosa sarà mai attuale? Niente. Tra un istante siamo già da tutt’altra parte. E so di cosa parlo, io di attualità me ne intendo perché gestisco un chiosco, una casetta piana con la tettoia che una volta era un distributore di benzina.
Ai tempi abitavo in uno dei palazzoni vicino al parco municipale, su al quattordicesimo piano, e quando mi affacciavo alla finestra delle scale, dove ogni tanto la sera fumavo guardandomi la città, riuscivo a distinguere il mio chioschetto a oltre due chilometri di distanza. Aveva l’esterno dipinto di rosso, era stata un’idea del mio socio Mario quando avevamo aperto insieme il chiosco nel vecchio distributore.
«Chi è Mario, dimmi di Mario».
«Mario è un mio vecchio amico, ci siamo conosciuti a militare».
«Quando lo hai fatto il militare?»
«È già qualche annetto… Cucinavamo su una nave».
«Su una nave?»
«Sì, su una nave. Eravamo in Marina. Su al Baltico. Mario cucinava persino peggio di me».
«Non ci credo».
«Ti dico di sì, spignattavamo come matti».
«Però tu ce le hai le mani da cuoco. Il tuo Hamburger Spezial e la tua insalata di patate…»
«Sì, sono buoni. Buonissimi, hai ragione. L’insalata di patate è una ricetta di mia nonna».
«E adesso dov’è, il tuo vecchio amico Mario?»
«È voluto tornare sul Baltico, si è messo in testa di aprire un chiosco galleggiante…»
«Un chiosco galleggiante?»
«Sì. Un affare per turisti…

Clemens Meyer è considerato uno dei maggiori scrittori tedeschi contemporanei, letto e apprezzato anche a livello internazionale.
Fra i suoi numerosi premi letterari ricordiamo:
Premio Salerno Libro d’Europa 2017
Finalista Premio Gregor von Rezzori 2017
Longlist Man Booker International Prize 2017
Bremer Literaturpreis 2013
Premio della Leipziger Buchmesse 2008
Clemens-Brentano-Preis der Stadt Heidelberg 2007

Sei un libraio e vuoi chiedere la copia staffetta, o un giornalista interessato a recensire il volume?*

 

COMPILA IL FORM 
Tutti i campi ad eccezione dell’ultimo sono obbligatori

 










— * Cari amici giornalisti, librai, blogger siamo molto felici di poter collaborare. Come potete capire le copie omaggio a disposizione non sono molte. Cercheremo di fare il possibile per accontentare tutti ma talvolta dovremo fare anche delle scelte, magari alternando o ricorrendo a una rotazione.