TOP

Aspettando Godot sulla neve

Stefano Jossa parla di “Ultima neve” di Arno Camenisch sulle pagine di Repubblica, nell’inserto culturale Robinson di domenica 28/4/2019

[…] Beckettiano flusso di coscienza alla ricerca di una voce collettiva, il suo romanzo breve (quello che gli inglesi chiamerebbero novella) è un dialogo tra due personaggi, il Georg e il Paul, che ripercorrono l’intera vita del loro piccolo paese del Cantone dei grigioni, in Svizzera, in attesa che “il Vecchio lassù” mandi un po’ di neve per aiutarli a riprendere l’attività del loro scalcinato skilift, simbolo di un mondo in estinzione, come in estinzione è la loro lingua, quel romancio che si parla ormai solo lì, nell’unico Cantone ufficialmente trilingue, al confine con l’Austria, mentre tutti ormai gli preferiscono “il mericano” […]

[…] Le domande resteranno senza risposta, ma Camenisch l’obiettivo lo realizza: trattenere il tempo, che è l’estrema sfida della letteratura alla vita […]