TOP

15 novembre 2019, Milano
In viaggio con Navid Kermani al Goethe Institut di Milano – Bookcity
ore 19.30

15 novembre 2019, ore 19.30
In viaggio con Navid Kermani

Martina Sacchi e Sandro Orlando dialogano sull’opera dell’autore Navid Kermani. Un evento organizzato da Goethe-Institut Mailand in collaborazione con Keller Editore, in occasione di BookCity Milano.

Luogo: GOETHE INSTITUT MILANO  (Via S. Paolo, 10)
Orario: ore 19.30
Ingresso libero e gratuito

Martina Sacchi e il giornalista Sandro Orlando, affronteranno i due volumi editi da Keller Stato di emergenza. Viaggi in un mondo inquieto (trad. Fabio Cremonesi) e L’impeto della realtà (trad. Diego Mosca) per muoversi in diverse realtà tra Mediterraneo orientale e Cina.
A guidarli l’occhio attento di Kermani, il suo bagaglio di conoscenze unico permette al lettore di comprendere meglio la complessa realtà contemporanea.

Undici viaggi che partono dal Cairo, passando per il subcontinente indiano, il Pakistan, l’Afghanistan e il Mediterraneo orientale tra Siria, Palestina e Israele, per tornare di nuovo al Cairo.
Racconta del Kashmir tra bellezze naturali, guerra latente e fuga di etnie, dei sufi del Pakistan o dell’India piena di contraddizioni con una crescita economica vertiginosa cui contrastano le richieste di giustizia dei senzaterra e il montare dell’intolleranza religiosa verso le minoranze cristiane e musulmane. Non mancano l’Iraq e la Teheran della rivolta del 2009, fino a giungere a Lampedusa.
Lo sguardo acuto di Kermani, la sua grande conoscenza del mondo islamico e della cultura occidentale, del misticismo e delle connessioni storiche tra popoli e civiltà, così come la qualità letteraria della sua scrittura lo rendono una delle voci più autorevoli e utili di questo periodo storico.

Navid Kermani è nato nel 1967 da genitori iraniani nella tedesca Siegen. Inizia a scrivere a 15 anni per il giornale locale Westfälische Rundschau. Ricopre, nel corso della sua vita, diverse importanti posizioni nel mondo scientifico: Long Term Fellow al Wissenschaftskolleg di Berlino; membro della prima Conferenza islamica tedesca; primo tra gli immigrati di seconda generazione in Germania aentrare nell’Accademia tedesca per la lingua e la poesia; fellow a Villa Massimo di Roma. Ha tenuto inoltre un ciclo delle Lezioni di Francoforte sulla poetica e ha insegnato come visiting professor di Studi islamici all’Università di Francoforte (2013) e come visiting professor di Letteratura tedesca al Dartmouth College (USA, 2014). Ha pubblicato reportage giornalistici e articoli per i quotidiani tedeschi e la rivista Spiegel. Dal 1988 vive a Colonia.

Martina Sacchi, avvocato e redattrice di un blog di letteratura (Viaggio nello Scriptorium), scrive recensioni in pillola su Instagram con il profilo @_bookworm_atticus__.
“Insegno la legalità nelle scuole e mi occupo della consulenza legale per gli immigrati che arrivano nel nostro Paese. Viaggio, cammino, fotografo, scrivo…”.

Sandro Orlando, giornalista e scrittore del gruppo RCS. Dopo 25 anni di carriera come corrispondente dall’estero e giornalista investigativo, oggi lavora per Style, il magazine mensile del Corriere della Sera, per cui scrive di viaggi, libri e arte. Recentemente ha viaggiato con la Transiberiana da Mosca a Vladivostok per raccontare il 100° anniversario della Rivoluzione russa.
Nel 2016 i suoi reportage da Asmara, Groenlandia, Isole Faroe, Tahiti, Etiopia e Myanmar sono stati pubblicati su varie riviste come D di Repubblica e Sette, con cui collabora. Nel 2015 ha ripercorso per il settimanale L’Espresso la lunga marcia di Mao durante la guerra civile cinese. Nel 2014 ha viaggiato via terra da Istanbul fino alla provincia cinese dello Xinjiang, lungo i nuovi tragitti commerciali dell’Asia centrale. Nel 2012, per due mesi, ha attraversato la Cina seguendo la rotta descritta da Marco Polo nel suo viaggio. Nel 1990 ha lavorato come freelance a Berlino, Sarajevo e Mosca, prima di trasferirsi a Milano. Nel 2000 ha fondato la rivista digitale Nexplora ed è entrato a far parte delle redazioni di Corriere Economia, Il Riformista e Il Mondo.