TOP

Perché il bambino cuoce nella polenta, Aglaja Veteranyi

È in libreria un romanzo in cui le parole danzano sul vuoto. Magnetico e unico.

UN LIBRO PIENO DI FRASI MERAVIGLIOSE CHE POTREBBERO ESSERE CITATE UNA DOPO L’ALTRA. JAN FAKTOR, FREITAG

 

La piccola protagonista di questo magico romanzo è figlia di artisti circensi, la sua vera casa sono il tendone di un circo e le tante roulotte che cambiano di paese in paese. Suo padre è clown, acrobata e bandito, ma avrebbe voluto essere una star del cinema mentre sua madre, ogni notte, rimane appesa per i capelli sopra il pubblico e cammina nell’aria. È allora che lei ha paura e teme che alla madre possa accadere qualcosa di brutto.
Solo la sorella maggiore riesce a distrarla da questo pensiero spaventoso, raccontandole un’antica favola romena, quella del bambino che cuoce nella polenta.
Attorno alla paura della ragazzina si alternano i viaggi, le avventure, le emozioni e lo scintillio festoso della vita circense, ma nei pensieri innocenti e colmi di poesia che riempiono le pagine di questo libro la realtà è ben diversa, tra padri che scompaiono, sogni di una casa fatta di mattoni e senza ruote, fughe e il desiderio di un benessere finalmente raggiunto.
Aglaja Veteranyi ci regala un libro toccante, pieno di suoni e frasi memorabili, un incanto in cui il lettore, come la protagonista, si muove tra candore e ironia, tra stupore e senso di una tragedia imminente e possibile. Un grande romanzo sull’infanzia, sulle famiglie, sui sogni e su ciò che sempre portiamo con noi.

 

Aglaja Veteranyi è ormai un’autrice di culto per i lettori nei paesi di lingua tedesca e in Francia. Figlia di circensi fuggiti dalla Romania e approdati in Svizzera dopo una vita di spettacoli in vari continenti si è presto dedicata alla scrittura con testi caratterizzati da uno stile unico e poetico, pieni di immagini e frasi memorabili.
Il 3 febbraio 2002 si tolse la vita in riva al Lago di Zurigo a soli quarant’anni.
Tradotta in numerose lingue, ha ottenuto importanti riconoscimenti letterari come l’Adalbert von Chamisso Förderpreis e il Kunstpreis Berlin.

 

Perché il bambino cuoce nella polenta
Traduzione di Emanuela Cavallaro
pp 208, € 15,50
Keller
isbn 978-88-99911-40-9

 

VAI ALLA SCHEDA LIBRO

 

Sei un libraio e vuoi chiedere la copia staffetta, o un giornalista interessato a recensire il volume?*

 

COMPILA IL FORM 
Tutti i campi ad eccezione dell’ultimo sono obbligatori

 










— * Cari amici giornalisti, librai, blogger siamo molto felici di poter collaborare. Come potete capire le copie omaggio a disposizione non sono molte (esaurite non possiamo inviarne altre). Cercheremo di fare il possibile per accontentare tutti ma talvolta dovremo fare anche delle scelte, magari alternando o ricorrendo a una rotazione.