TOP

BOTTIGLIETTE

Con il 18 novembre è in tutte le librerie «BOTTIGLIETTE» della scrittrice Sophie van Llewyn che ci racconta di Alina e Liviu, della Romania sotto la dittatura ma anche come tutti i percorsi di liberazione e indipendenza richiedano coraggio e un po’ di… magia.

BOTTIGLIETTE
Sophie van Llewyn
ISBN 9788899911904, pp 232, € 16

Trad. dallinglese Elvira Grassi

 

«Un romanzo originalissimo,
un gioiello poetico».
KIRKUS REVIEWS

«Meraviglioso
e davvero originale».
NIKKI BEDI, THE ARTS HOUR
BBC World Service

 

Nella Romania degli anni Settanta, oppressa dal regime comunista di Nicolae Ceaușescu, i giovani sposi Alina e Liviu, entrambi insegnanti, si ingegnano a incanalare come meglio possono la propria vita nelle strettoie della dittatura. Ma dopo che il fratello di Liviu fugge a Ovest, e dopo che Alina si rifiuta di denunciare una sua allieva in possesso di una rivista proibita, la coppia entra nel mirino delle forze governative e le loro rispettive carriere, insieme al loro matrimonio, cominciano a sgretolarsi.
Non resta che scappare dunque, anche per provare a salvare quel che resta della felicità coniugale. Ma la madre di Alina, che non ha mai visto di buon occhio Liviu per via della sua bassa estrazione sociale, non è disposta ad appoggiarli, anzi, si rivolge alla Securitate e spiffera le loro intenzioni.
La situazione precipita: Liviu viene sottoposto a interrogatori cruenti e si rifugia nel silenzio e nell’alcol, Alina subisce pressioni e molestie da parte di un agente dei servizi segreti.
L’unica soluzione è rivolgersi alla sorella della madre di Alina, Zia Theresa, moglie di un leader comunista e depositaria di antichi e magici rituali popolari…
E sarà per l’appunto la magia a dare una sterzata alle vite di tutti.

 

SELEZIONATO PER IL

Women’s Prize for Fiction
Republic of Consciousness Prize 
People’s Book Prize 

 

VAI ALLA SCHEDA LIBRO