TOP

IL GIORNO PRIMA
SORJ CHALANDON

sul libro

 

 

IL GIORNO PRIMA

Traduzione dal francese Silvia Turato
PASSI, 76
pp 320, € 18,50
ISBN 979-12-5952-007-4
___________________________________
ESTRATTO. Leggi le prime pagine
___________________________________
_____________________
VAI ALL’E-COMMERCE
_____________________
___________
COPERTINA
___________

Un libro importante,
dall’incredibile potenza narrativa.
VOLKER WEIDERMANN, ZDF

 

Il giovane Michel Flavent ha due miti: il primo è Michael Delaney, lo Steve McQueen del film Le 24 Ore di Le Mans, l’altro è suo fratello Jojo (Joseph), che ha scelto il carbone anziché la terra, diventando minatore a Liévin.
La notte di Santo Stefano del 1974 i due fratelli sfrecciano sul loro Motobécane tra le strade ghiacciate che portano ai cancelli del pozzo 3-bis. Insieme si sentono invincibili.
Il giorno successivo la miniera tace, oltre quaranta minatori sono morti nelle viscere della terra e Jojo, che era tra loro, si spegne in ospedale il 22 gennaio per le ferite riportate nell’incidente.
Gli anni passano e il mondo sembra dimenticarsi di quanto accaduto a Liévin. Michel fugge dal Nord, trova lavoro a Parigi, si sposa, conduce una vita apparentemente felice… fino a quando muore la moglie e allora decide di tornare per pareggiare i conti con chi aveva ucciso il fratello, per rispondere all’accorato appello di un padre morente: «Vendicaci tutti della miniera».
Il giorno prima è un’opera potente e attuale che si muove tra thriller, poliziesco e romanzo sociale e ci regala il migliore Chalandon.
Pagine da cui non ci si riesce a staccare, ricche di colpi di scena, che chiamano in causa il lettore su temi importanti come la giustizia, la vendetta, il lavoro, la colpa e la dignità. Indimenticabile.

 

Il nuovo atteso romanzo di Sorj Chalandon,
l’autore vincitore del

GRAND PRIX DU ROMAN DE L’ACADÉMIE FRANÇAISE
PRIX GONCOURT DES LYCÉENS
PRIX LE CHOIX DE L’ORIENT
PRIX DES LIBRAIRES DU QUÉBEC
PREMIO TIZIANO TERZANI

 

la stampa

 

 

 

Sorj Chalandon costruisce un romanzo incredibile che a colpi di frasi brevi, asciutte come polvere, penetranti come schegge, si trasforma in un palpitante thriller legale.
GILLES HEURÉ, TÉLÉRAMA

L’autore riesce a fondere la vibrante evocazione del mondo delle miniere, l’orgoglio della classe operaia del Nord con l’esplorazione dei temi che da sempre segnano le sue opere: la menzogna e il tradimento.
RAPHAËLLE LEYRIS, LE MONDE

Sorj Chalandon racconta con forza come la colpa e la rimozione possano segnare una vita intera.
ANDREAS WIRTHENSOHN, WDR 3, MOSAIK

Raramente ho letto un libro così ricco di sfumature sulla colpa e la vendetta.
THEA DORN, ZDF, DAS LITERARISCHE QUARTETT

Emozionante come un thriller, cupo come un cumulo di carbone: nel romanzo Il giorno prima il pluripremiato Sorj Chalandon racconta la storia di un disastro minerario: profondo ed estremamente commovente.
CAROLIN FISCHER, DEUTSCHLANDFUNK KULTUR

 

l’autore

 

 

Sorj Chalandon è nato nel 1952. È stato per trent’anni corrispondente e giornalista per «Libération», prima di entrare nella squadra di «Le Canard Enchaîné». Ha coperto i maggiori conflitti del secolo scorso, dal Libano all’Afghanistan. Con suoi reportage sull’Irlanda del Nord e il processo di Klaus Barbie si è aggiudicato il Prix Albert-Londres nel 1988. Tra i suoi romanzi precedenti Il mio traditore (Mondadori, 2009), Chiederò perdono ai sogni (Grand Prix du Roman de l’Académie française; Keller, 2014), La quarta parete (Prix Goncourt des lycéens, Premio Terzani; Keller, 2016), La professione del padre (Keller, 2019). Le sue opere sono state tradotte in numerosi Paesi.

 

 

 

 

 

 

 

IL GIORNO PRIMA

Sei un libraio, giornalista o blogger e vuoi richiedere la copia staffetta per recensire il volume?*

COMPILA IL FORM 
Tutti i campi a eccezione dell’ultimo sono obbligatori










    — * Cari amici giornalisti, librai, blogger siamo molto felici di poter collaborare. Come potete capire le copie omaggio a disposizione non sono molte. Cercheremo di fare il possibile per accontentare tutti ma talvolta dovremo fare anche delle scelte, magari alternando o ricorrendo a una rotazione o all’invio del pdf.