TOP

UWE RADA, Il fiume Oder. Da confine della Guerra Fredda a… • 15 luglio 2022

VENERDÌ 15 LUGLIO 2022 PASUBIO, Luogo in via di definizione

UWE RADA (Germania), Il fiume Oder. Da confine della Guerra Fredda a…, 15 LUGLIO LUOGO: In via di definizione

• • • • • •

Tutti noi conosciamo e sappiamo in un certo modo almeno collocare sulla mappa fiumi com Volga, Danubio, Don, Dnepr, Reno, Elba. Per alcuni di loro recuperiamo nella memoria fatti storici, il loro valore dall’età antica in poi. Ma ci sono altri corsi d’acqua che risuonano nella testa solo come già sentiti o a volte nemmeno in quel modo: Oder, Memel, Nemunas… Fiumi di cui sappiamo poco o nulla. Uwe Rada si è occupato a lungo dei paesaggi culturali dei fiumi (e dei loro bacini) che sfociano nel Baltico. Alcuni furono un tempo linee di confine della guerra fredda come l’Oder, altri collegavano e collegano il cuore “russo” con le Repubbliche baltiche… tutti oggi sono parte, in ogni caso, di nuove geografie. Con Rada ci occupiamo, da un angolo visuale molto originale, di un’area che sta tornando prepotentemente al centro degli interessi e della Storia attuale. Uwe Rada segue la vita dell’Oder e racconta le storie di questo fiume, che parlano di guerra, separazione e riconciliazione, ma soprattutto di speranza in un futuro comune.

Uwe Rada, classe 1963, è redattore del quotidiano “TAZ” e autore. Vive a Berlino. Ha ricevuto varie borse di studio e premi per il suo lavoro giornalistico, tra cui quello della Fondazione Robert Bosch e dal Goethe Institute. Ha pubblicato diversi libri sulla storia dell’Europa orientale e anche un volume sul Mare Adriatico.