TOP
Image Alt

Author: Redazione

MONTE PASUBIO, 18-21 luglio.
Incontri, dialoghi dedicati al reportage, al viaggio e ai temi caldi del momento con ospiti nazionali e internazionali tra malghe e rifugi. E per chi cerca l'esperienza completa un trekking di quattro giorni per conoscere gli

Una bella notizia per la Keller, Sylvie Schenk e il suo traduttore Franco Filice. La giuria del Premio multilingue per la Letteratura delle Alpi “Mario Rigoni Stern” ha scelto “Veloce la vita” come uno dei dieci libri finalisti.

Małgorzata Rejmer ci porta in una Albania poco nota analizzandone sogni e disillusioni.

Tino Mantarro percorre quel che resta di un mondo un tempo attraversato da orde di mongoli, conteso da russi e inglesi nel Grande Gioco ottocentesco, e oggi, grazie agli investimenti cinesi, protagonista nella nuova Via della Seta.

Nick Thorpe è un colto viaggiatore e reporter inglese perfettamente inserito nella tradizione di Patrick Leigh Fermor, Claudio Magris e Neal Ascherson. Con lui il Danubio è un viaggio nella migliore letteratura di viaggio.

Nell’autunno del 2015 un giornalista freelance, Raphaël Krafft super la frontiera italo-francese con due migranti. Il sentiero è quello scelto dagli esuli dell'Europa del Novecento in fuga da persecuzioni e pericoli

Con la sua "passeggiata nella Zona", Markiyan Kamysh ci ha regalato un reportage potente, un testo luminoso e nuovo, pieno di vita come quella che è tornata illegalmente a Černobyl’.

Cecilia Rinaldini a lungo su molti fronti del reportage internazionale, ci racconta la trasformazione dei centri cittadini dei Paesi europei

Simone Marchesi della Princeton University ci porta in un viaggio insolito alla scoperta di un Dante meno conosciuto: soldato e reporter di guerra.