In preparazione

DATI DEL VOLUME

Autore: NAVID KERMANI
Titolo: STATO DI EMERGENZA. Viaggi in un mondo inquieto.
Traduzione dal tedesco Fabio Cremonesi
pp 352
Collana RAZIONE K
Prezzo indicativo € 18,00
ISBN 978-88-99911-13-3

MESE DI USCITA MARZO 2019

Undici viaggi. Undici reportage per un libro toccante, vivace, pieno di ritmo, di vicende umane e informazioni che ci aiutano a comprendere gli sconvolgimenti politici e sociali mondiali che tanto segnano anche i nostri destini individuali. Undici viaggi. Undici reportage per un libro toccante, vivace, pieno di ritmo, di vicende umane e informazioni che ci aiutano a comprendere gli sconvolgimenti politici e sociali mondiali che tanto segnano anche i nostri destini individuali. Dal Cairo al Cairo passando per il Kashmir, l’India, il Pakistan, l’Afghanistan, l’Iran, l'Iraq, la Siria, la Palestina e Lampedusa.

Sarà in libreria a marzo questo importante libri di Navid Kermani che, come dice The New York Review of Books è “tra le voci intellettuali più equilibrate di oggi”. Già vincitore di importanti premi come il Premio Kleist, lo Joseph-Breitach-Prize – cui si è aggiunto il prestigioso  Friedenspreis des Deutschen Buchhandels – alterna la scrittura narrativa a quella saggistica e al reportage.

Stato di emergenza. Viaggi in un mondo inquieto esce ora in italiano e in Germania è stato premiato da un grande successo di critica e di pubblico. Si è posizionato nella classifica dei più venduti (Spiegel Bestseller) rimanendo per 16 settimane nei primi 20 della classifica e per oltre 6 mesi nelle posizioni dalla 21 alla 47.

Coloro che vogliono conoscere la vita quotidiana degli esseri umani nelle regioni in crisi del Medio Oriente – vite che non fanno notizia – dovrebbero leggere i reportage attenti di Navid Kermani. Reportage che non dimenticherete tanto facilmente. DEUTSCHLAND-RADIO

TRAMA

Kermani ha visitato i luoghi in cui non ci sono gli studi mobili della CNN, eppure covano incendi che minacciano la pace mondiale.
In uno stile unico, agile e acuto, racconta della guerra della NATO in Afghanistan e del rovescio della medaglia della globalizzazione in India, si occupa della guerra civile in Siria e della lotta degli sciiti e dei curdi contro lo “Stato islamico” in Iraq.
Kermani è stato testimone della repressione delle proteste di massa a Teheran, ha viaggiato con i sufi attraverso il Pakistan, ha parlato con il grande ayatollah Sistani a Najaf e ha osservato la disastrosa rotta dei rifugiati del Mediterraneo a Lampedusa.
I suoi reportage si sviluppano tra il 2005 e il 2012 e riescono con uno sguardo lucido e unico ad anticipare la comprensione di molte delle cose che sarebbero accadute. Un mondo in tumulto raccontato condividendo l’incertezza e la sofferenza delle persone coinvolte. Come per magia riesce a portare il lettore a tu per tu con le esistenze individuali e a confrontarsi con problemi complessi e apparentemente lontani che d’improvviso si rivelano chiari e comprensibili. Questo è il mondo che non esiste più solo oltre Lampedusa.

Ernst-Bloch Advancement Award (2000), Prize of the Helga and Edzard Reuter Foundation (2003), Europa-Prize of Heinz-Schwarzkopf-Foundation for Scholarly and Journalistic Work (2004), Hessian Culture Prize (2009), Hannah Arendt Prize for Political Thought (2011), Buber-Rosenzweig- Medal (2011), Heinrich-von-Kleist-Prize (2012), Cologne Culture Prize (2012), Cicero Speechwriting Award (2012), Gerty-Spies Literary Prize (2014), Joseph-Breitbach-Prize (2014),
Deutscher Dialog-Preis (2014), Friedenspreis des Deutschen Buchhandels (2015), Hansel-Mieth-Preis (2016), Hölderlin-Ring (2016), Marion Dönhoff Preis (2016), Bürgerpreis der deutschen Zeitungen (2016), Sinsheimer Preis (2017), ECF Princess Margriet Award for Culture (2017), Staatspreis des Landes Nordrhein-Westfalen (2017)

BIOGRAFIA
Navid Kermani è nato da genitori iraniani nella città tedesca di Siegen, il 27 novembre 1967. Già all’età di 15 anni, ha iniziato a scrivere per il giornale locale «Westfälische Rundschau»…
Dal 2000 al 2003, Kermani è stato Long Term Fellow al prestigioso Wissenschaftskolleg di Berlino.
Oltre alla sua attività letteraria, Kermani ha pubblicato reportage giornalistici e articoli di fondo per i quotidiani tedeschi e la rivista «Spiegel». Dal 2006 al 2009, ha partecipato alla prima Conferenza islamica tedesca ed è stato il primo rappresentante della seconda generazione di immigrati in Germania a diventare membro dell’Accademia tedesca per la lingua e la poesia. Nel 2008, è stato fellow a Villa Massimo di Roma. Nel 2010 Kermani ha tenuto un ciclo delle prestigiose Lezioni di Francoforte sulla poetica. Quindi è stato visiting professor di Studi islamici presso l’Università di Francoforte (2013) e visiting professor di Letteratura tedesca al Dartmouth College (USA, 2014).  La sua ricerca accademica si concentra sulla mistica islamica e il Corano ma i campi di interesse e professionali di Kermani si allargano al reportage dedicati a regioni in guerra e in crisi. Le sue conferenze pubbliche affrontano spesso il rapporto tra la fede religiosa, la cultura e la società, così come il rapporto tra Oriente e Occidente.
Dal 1988 vive a Colonia.

 


 

 

LA LIBRERIA KELLER

Metodi di pagamento

 

BONIFICO BANCARIO | BANCOMAT | IN CONTRASSEGNO
E ORA ANCHE CON CARTE DI CREDITO (TRAMITE PAYPAL)

SUL CONFINE

Benvenuti alla pagina blog della Keller.
Da editore di confine non potevamo che chiamarlo SUL CONFINE e inserirci i temi a noi più cari. In questa pagina trovate una selezione di articoli e curiosità. Se vuoi di più seguici alla pagina web sulconfine.it (a breve online)

 

CERCA

VIENI CON NOI

Keller editore si occupa di letteratura, reportage, viaggi e scrittura. Traduciamo libri importanti in Italia per raccontarvi il mondo che altrimenti perdereste.


via della roggia 26
38068 rovereto (tn), Italy
P.I. IT 01902670221

Vai all'inizio della pagina

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti

Continuando la navigazione accetti la nostra cookies policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ti informiamo che questo sito usa i cookie per facilitare la tua navigazione. Continua a leggere per saperne di più e controlla la nostra politica d'uso al link http://www.kellereditore.it/privacy.html

Il sito usa Cookies tecnici (cookies first party) necessati al corretto funzionamento di alcune sue aree.

Il sito si avvale di Google analitycs ma abbiamo modificato le informazioni in modo che è autorizzato solo l'uso di cookie di Google Analytics con IP anonimizzato. Quindi nessuna profilazione dell'utente è possibile.

Questo sita usa anche cookies di terze parti con i plugin dei social media che hanno bisogno di sapere chi sei per funzionare in modo corretto. Facebook, Twitter e altri social networks hanno ciascuno la possibilità di agire sulle impostazioni della privacy.   Questa la lista dei cooki relativi ai social media che qui potete trovare con le funzioni "MI PIACE" e CONDIVIDI": twitter, facebook, pinterest, linkedin, google plus, youtube. RSS.

L’utente può bloccare o limitare la ricezione di cookies attraverso le opzioni del proprio browser.
Su Internet Explorer, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni Internet”. Infine accedere alle impostazioni della scheda “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Firefox, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni”. Infine accedere alle impostazioni della voce “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Chrome, digitare “chrome://settings/content” nella barra degli indirizzi (senza virgolette) e modificare le impostazioni relative ai cookies come si desidera.
Su Safari, selezionare la voce “Preferenze” e poi scegliere “Privacy”. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
Se si usa Safari su dispositivi portatili, come iPhone e iPad, è necessario invece agire in questo modo: andare sulla voce “impostazioni” del dispositivo e in seguito trovare “Safari” sul menù di sinistra. Da qui, alla voce “Privacy e sicurezza”, sarà possibile gestire le opzioni sui Cookie.

Per disabilitare i cookie di servizi esterni è necessario agire sulle loro impostazioni:
Servizi di Google | Facebook | Twitter