GEOGRAFIE SUL PASUBIO
Narrare i luoghi e i popoli


Monte Pasubio (province di Trento e Vicenza)
15 luglio, 19-22 luglio 2018
Incontri • Passeggiate • Trekking e Scuola estiva di reportage

Dopo la bella esperienza dello scorso anno torna Geografie sul Pasubio con una seconda edizione ancora più ricca di incontri con reporter, scrittori, intellettuali e viaggiatori nazionali e internazionali. Al centro di tutto il tema del reportage narrativo e il racconto di luoghi e popoli – oltre che di temi importanti del presente – grazie allo sguardo e alla penna di importanti nomi del giornalismo e della cultura italiana e internazionale.

Si parlerà di montagne e territori che si stanno spopolando, di Corea del Nord, di Italia coloniale, dei grandi fiumi e canali come nuove strade per viaggiatori e ancora delle antiche vie riscoperte dai turisti/camminatori, di reportage di guerra, di Yemen, Siria, Afghanistan senza dimenticare l'Europa centrale e orientale. Si parlerà anche di Couchsurfing come nuovo modo per fare reportage specialmente in territori di difficile comprensione come Iran o Russia. Tra gli ospiti Domenico Quirico, Francesca Melandri, Stephan Orth, Karl-Markus Gauß, Andrea Pipino, Valerio Pelllizzari, Antonella Tarpino...

Gli incontri sono aperti a tutti con due anticipazioni il 15 luglio e quindi la fitta serie di appuntamenti dal 19 al 22 luglio.Per chi vuole vivere pienamente l'incontro e il dialogo con gli ospiti è stato pensato un trekking che dal 19 al 22 luglio collegherà tutti i luoghi degli incontri e permetterà ai partecipanti di stare a tu per tu con i relatori al di là degli interventi: è la Scuola estiva di reportage.Geografie sul Pasubio è un progetto dei Comuni del Pasubio (Posina, Terragnolo, Trambileno, Vallarsa e Valli del Pasubio) in collaborazione con Keller editore e si propone di trasformare una montagna di confine e scontro (Prima guerra mondiale) in luogo di ascolto e scoperta. Un luogo che torna ad essere confine simbolico attraverso il quale si muovono storie, libri e testimonianze da tutto il mondo.


Tutti gli incontri sono a partecipazione libera e gratuita.
Per maggiori informazioni su eventi, luoghi, percorsi e per iscriversi al trekking: www.geografiesulpasubio.it

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
DOMENICA 15 LUGLIO
TERRAGNOLO, Malga Borcola
Temi, ore 15
FRANCESCA MELANDRI
Sangue giusto
• • • • • • • •
Roma, 2010. In un vecchio palazzo senza ascensore, in cui si mescolano i profumi delle cucine di tutto il mondo, Ilaria Profeti sale i sei piani verso il suo appartamento. Vuole solo lasciarsi alle spalle la città impazzita per la visita di Stato del colonnello Gheddafi. Ad attenderla in cima trova una sorpresa: un ragazzo con la pelle nera che le mostra un passaporto. «Mi chiamo Shimeta Ietmgeta Attilaprofeti» le dice, «e tu sei mia zia». È uno scherzo, pensa Ilaria: Attila è il soprannome di suo padre Attilio, un uomo che di segreti ne ha avuti sempre tanti, ma è ormai troppo vecchio per rivelarli. Shimeta dice di essere il figlio del figlio che Attilio ha avuto in Etiopia durante l’occupazione italiana… Francesca Melandri è una delle autrici italiane più amate. Dopo il grande successo di Eva dorme nel 2012 ha pubblicato Più alto del mare, finalista al Premio Campiello e vincitore del Premio Rapallo Carige.


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
DOMENICA 15 LUGLIO
VALLI DEL PASUBIO, Contrada Bariola
Temi, ore 20
ROBERTO ABBIATI
La storia sconosciuta
di Debra Libanos
• • • • • • • •
L’Italia ha conquistato l’Etiopia dopo una “splendida e avventurosa guerra”, ma nel 1937, a pochi mesi dalla fine del conflitto, proprio mentre il Paese festeggia la nascita dell’erede di casa Savoia, quel lembo dell’impero coloniale è scosso dall’attentato al viceré Rodolfo Graziani. La rappresaglia italiana è immediata, il Duce e Graziani si raccomandano che i primi a essere “passati per le armi” siano i cantastorie, così che nessuno possa raccontare e ricordare. A Debra Libanos, l’antico monastero copto, vengono uccisi pure i monaci e i pellegrini. Roberto Abbiati è attore, autore, disegnatore e ha approfondito questo episodio rimosso della nostra storia coloniale e ce lo racconta.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
GIOVEDÌ 19 LUGLIO
PASUBIO, Malga Campiglia
Temi, ore 14.30
ANTONELLA TARPINO
Il paesaggio fragile
• • • • • •
Paesaggio. La montagna pur nella sua grandezza è in realtà un paesaggio fragile perché è relegato nell’ombra, segnato dalle trame antiche del lavoro e dell’abitare che nel tempo sono state cancellate, dimenticate o stanno scomparendo: lungo i valichi alpini, le vie del sale, fra le case di terra cruda. Memorie potenti da raccontare per ripensare il futuro di tanta parte del Paese.
Antonella Tarpino, storica di formazione, è editor di saggistica per la casa editrice Einaudi di Torino (prima lo è stata per la Garzanti di Milano). Collabora inoltre con la Fondazione Nuto Revelli dedicata allo scrittore e partigiano piemontese (www.nutorevelli.org) e con la Rete del ritorno all’Italia in abbandono (retedelritorno.it). Ha scritto per Lo Straniero diretto da Goffredo Fofi. Tra i suoi libri: Sentimenti del passato. La dimensione esistenziale del lavoro storico, La Nuova Italia, Firenze 1997; per Einaudi ha pubblicato Geografie della memoria. Case, rovine, oggetti quotidiani (2008) e Spaesati. Luoghi dell’Italia in abbandono tra memoria e futuro (2012). Con quest’ultimo libro ha vinto il Premio Bagutta 2013.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
GIOVEDÌ 19 LUGLIO
PASUBIO, Rifugio A. Papa
I dopocena, ore 20.30
Tino Mantarro
Scrivere per viaggiatori
• • • • • •
Cosa significa raccontare viaggi, Paesi e genti per una rivista pensata e ideata per i viaggiatori? Tino Mantarro giornalista e redattore della rivista del Touring ci porta dietro le pagine che intere generazioni hanno sfogliato per sognare mete e pianificare itinerari. Tra l’onestà del racconto e le insidie del marketing.
Una laurea in storia, una passione per la geografia e una specializzazione in giornalismo. Dopo aver iniziato da stagista in cronaca al Corriere della Sera e aver collaborato con vari quotidiani, settimanali e mensili, approda nel 2006 al mensile del Touring Club Italiano. Da allora viaggia in Italia, in Paesi che preferibilmente finiscono per -stan e ovunque riesca a farsi mandare, meglio se in Asia o nelle Repubbliche ex sovietiche.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
VENERDÌ 20 LUGLIO
PASUBIO, Rifugio V. Lancia
Temi, ore 15
STEPHAN ORTH (Germania)
Viaggiare sui divani
L’Iran dietro le porte chiuse
• • • • • •
Stephan Orth è giornalista. Ha conquistato un grande numero di lettori con Couchsurfing im Iran, vero e proprio bestseller. Per oltre due mesi ha percorso l’Iran alloggiando in case private. Dietro a quelle porte ha scoperto l’ampia generosità di ospiti che gli hanno permesso di scoprire e raccontare una nazione sempre divisa tra ciò che si può palesare e ciò che si deve celare. Un reportage affascinante e indispensabile per comprendere non solo l’Iran ma anche le nuove generazioni di questo affascinante Paese.
Classe 1979, Orth ha studiato filologia inglese, scienze economiche, psicologia e giornalismo e ha lavorato come redattore nella sezione Viaggi di Spiegel Online. Ha ricevuto il premio giornalistico Columbus, dedicato al viaggio, sia nel 2008 sia nel 2009.


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
VENERDÌ 20 LUGLIO
PASUBIO, Sella dei Col Santi
Temi, ore 18
ANDREA PIPINO
L’Europa centrorientale oggi
• • • • • •
Quando sentiamo parlare di Europa centrale il nostro pensiero corre alla Mitteleuropa multietnica dell’impero asburgico o magari alla poche conoscenze riguardo a Paesi che dopo il 1945 sono finiti nel blocco sovietico. La caduta del Muro e dell’URSS sembravano aver tracciato la via verso un futuro sereno. Eppure ancora una volta la storia sembra contraddire ogni aspettativa e i Paesi dell’Europa ex comunista – quelli del gruppo di Visegrad – pare abbiano imposto all’intero continente temi e parole d’ordine che hanno la forza di un terremoto.
Andrea Pipino, editor di Internazionale per l’Europa centrorientale, prende spunto da tutto questo per lanciare uno sguardo diverso su questa parte del continente.
• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
VENERDÌ 20 LUGLIO
PASUBIO, Rifugio V. Lancia
I dopocena, ore 20.30
MASSIMO ZAMBONI
Anime galleggianti
L’Italia vista da un canale
• • • • • •
Massimo Zamboni e Vasco Brondi hanno scelto di percorrere in barca il canale Tartaro Canalbianco da Mantova all’Adriatico. Ne hanno tratto un libro che Zamboni ci racconta. “Navigano a una velocità massima di dieci chilometri l’ora le acque magiche e surreali del Tartaro Canalbianco, uno dei tanti canali che attraversano la pianura padana nella zona del Polesine. Gli argini del canale sono molto alti, la pianura è solo una proiezione, mentre le giornate scorrono tra pescatori, aironi, immigrati rumeni e cinesi, pesci siluro, chiuse, tralicci e soste in paesi minuscoli. In mezzo a questa Amazzonia immaginaria il paesaggio apre ai ricordi infinite vie di fuga e l’eco di coloro che della pianura hanno saputo narrare la malinconica bellezza – Zavattini, Celati, Ghirri – si intreccia a un nuovo, universale, canto interiore. Due storie, anzi tre, e un viaggio a pochi chilometri da casa che si rivela la forma più pura di esplorazione, scoperta, incanto”.

• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
SABATO 21 LUGLIO
TRAMBILENO, Malga Zocchi
TEMI, ORE 15
Karl-Markus Gauß (Austria)
I margini dell’Europa
• • • • • •
Karl-Markus Gauß è uno dei grandi intellettuali europei. Nei suoi libri ha indagato le pieghe dell’Europa con una particolare attenzione a quella centrale e orientale e ai Balcani. Si è occupato di minoranze, di ombre e ha ridato dignità culturale ai territori marginali. Con lui viaggiare è un piacere intellettuale raro e il suo posto sullo scaffale è accanto a nomi come Martin Pollack, Peter Handke, Geert Mak o Claudio Magris tanto per citarne alcuni. Recentemente è stato insignito anche del prestigioso Jean Améry-Preis für europäische Essayistik. Nato a Salisburgo nel 1954 è autore ed editor della prestigiosa rivista «Literatur und Kritik». I suoi libri, tradotti in molte lingue, gli sono valsi numerosi premi tra cui il Premio d’autore europeo Charles Veillon, il Vilenica per la letteratura centro europea, il Georg Dehio Book Award, il premio Johann Heinrich Merck.


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
SABATO 21 LUGLIO
PASUBIO, Rifugio V. Lancia
Temi, ore 18.30
VALERIO PELLIZZARI
GIANGI MILESI
Corea del Nord,
fantascienza a Singapore
• • • • • •
La Corea del Nord, ma anche Seul, per settanta anni sono state prigioniere di un armistizio deciso da Cina, Russia e Stati Uniti. La propaganda impetuosa e un isolamento tenace hanno contribuito in Occidente alla pessima reputazione di Pyongyang e della dinastia Kim. E ancora oggi la mappa notturna del Pianeta mostra il Nord come la macchia più buia, più depressa economicamente. Ma sono bastati i primi mesi del 2018, dopo gli ultimi esperimenti balistici e nucleari, per mettere questo Paese allo stesso tavolo con gli americani. In un accavallarsi di insulti, minacce roboanti, appuntamenti annunciati e fulmineamente cancellati, il giovane Kim – sostenuto dai fratelli del sud – e il più anziano Trump si sono scambiati sorrisi e strette di mano. Valerio Pellizzari, che ha viaggiato nel Nord del capostipite Kim Il Sung, alterna il suo racconto con la testimonianza di Giangi Milesi, per anni presidente del Cesvi, la Ngo che ha lavorato a Pyongyang negli anni bui della carestia e delle inondazioni.


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
SABATO 21 LUGLIO
PASUBIO, Rifugio V. Lancia
I dopocena, ore 20.30
MAURIZIO PESELJ
Il mondo dove l’acqua
non si vede
• • • • • •
Maurizio Peselj, geologo, è un cercatore d’acqua. La ama e la protegge, lavora per il comitato Internazionale della Croce Rossa di Ginevra (icrc), sa come questa linfa vitale si muove e dove si nasconde e tutti i tranelli, gli inganni e i miraggi che è capace di imbastire sotto le terre aride. Con lui parleremo di questo affascinante e pericoloso lavoro (perché quasi sempre queste terre aride sono anche terre martoriate dalle guerre) e della sua esperienza nei luoghi dei drammi degli ultimi anni: in Afghanistan, Sudan, Libano, Kurdistan fino ad Aleppo e alla misconosciuta tragedia attuale dello Yemen.
Tiene da anni, minacciato da un amico, un diario che forse un giorno diventerà un libro.


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
DOMENICA 22 LUGLIO
PASUBIO, Pazul (partenza del filo)
I temi, ore 12
Tino Mantarro
Turisti “in cammino”
• • • • • •
In principio fu il Cammino di Santiago, poi venne la Francigena e adesso è una lunga corsa a “farsi” il proprio cammino. Non si tratta però di solo marketing territoriale che insegue un fenomeno che sembra avere i contorni della moda, ma una risposta a una richiesta di lentezza e semplicità nel viaggiare. Il “camminare” è un fenomeno in continua crescita che ha molto a che vedere con una nuova dimensione dell’esperienza turistica, dove il viaggiatore diventa costruttore, passo dopo passo, del proprio andare. Così negli ultimi anni tutti i territori tornano a scoprire le antiche vie che li attraversavano, riesumando sentieri, inventandosene di nuovi, stringendo un nuovo legame con il proprio ambiente geografico e con la propria storia, promuovendo un’economia di piccoli numeri che può anche significare molto.

SANDRO ORLANDO
Raccontare la natura
• • • • • •
Da John Muir e i classici ai Luoghi selvaggi di Robert MacFarlane. Sandro Orlando – giornalista e scrittore per il gruppo RCS di viaggi, libri e arte – ci conduce tra valli, isole, vette, brughiere, deserti e foreste in compagnia di grandi autori che da fine Ottocento a oggi hanno saputo raccontare la natura, lasciando un segno indelebile nella mente e nel cuore dei lettori.


• • • • • • • • • • • • • • • • • • • • • •
DOMENICA 22 LUGLIO
TRAMBILENO, Malga Valli
I temi, ore 15
DOMENICO QUIRICO
Dal fronte. Come e perché
raccontare l’inferno
• • • • • •
Domenico Quirico non ha bisogno di presentazioni. Inviato de “La Stampa”, ha raccontato le vicende dell’Africa e del mondo arabo degli ultimi decenni. Ha attraversato il Mediterraneo su una barca di migranti, è stato sequestrato dai soldati di Gheddafi in Libia nel 2011 e dagli jihadisti siriani nel 2013. Tra i numerosi libri, i più recenti legati alla sua esperienza di giornalismo di presenza sono: Primavera araba (Bollati Boringhieri 2011); Il paese del male. 152 giorni in ostaggio in Siria (Neri Pozza 2013); Il Grande Califfato (Neri Pozza 2015); Esodo. Storia del nuovo millennio (Neri Pozza 2016); Ombre dal fondo (con P. Piacenza, Neri Pozza 2017). Con l’ultimo Succede ad Aleppo (Laterza) si è aggiudicato poche settimane or sono il prestigioso premio Tiziano Terzani. Con lui parleremo ovviamente di Africa e Medio Oriente ma anche di cosa significa essere reporter di guerra e di come si può scriverne.

0
0
0
s2sdefault

SUL CONFINE

Benvenuti alla pagina blog della Keller.
Da editore di confine non potevamo che chiamarlo SUL CONFINE e inserirci i temi a noi più cari. In questa pagina trovate una selezione di articoli e curiosità. Se vuoi di più seguici alla pagina web sulconfine.it (a breve online)

 

VIENI CON NOI

Keller editore si occupa di letteratura, reportage, viaggi e scrittura. Traduciamo libri importanti in Italia per raccontarvi il mondo che altrimenti perdereste.


via della roggia 26
38068 rovereto (tn), Italy
P.I. IT 01902670221

Vai all'inizio della pagina

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti

Continuando la navigazione accetti la nostra cookies policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ti informiamo che questo sito usa i cookie per facilitare la tua navigazione. Continua a leggere per saperne di più e controlla la nostra politica d'uso al link http://www.kellereditore.it/privacy.html

Il sito usa Cookies tecnici (cookies first party) necessati al corretto funzionamento di alcune sue aree.

Il sito si avvale di Google analitycs ma abbiamo modificato le informazioni in modo che è autorizzato solo l'uso di cookie di Google Analytics con IP anonimizzato. Quindi nessuna profilazione dell'utente è possibile.

Questo sita usa anche cookies di terze parti con i plugin dei social media che hanno bisogno di sapere chi sei per funzionare in modo corretto. Facebook, Twitter e altri social networks hanno ciascuno la possibilità di agire sulle impostazioni della privacy.   Questa la lista dei cooki relativi ai social media che qui potete trovare con le funzioni "MI PIACE" e CONDIVIDI": twitter, facebook, pinterest, linkedin, google plus, youtube. RSS.

L’utente può bloccare o limitare la ricezione di cookies attraverso le opzioni del proprio browser.
Su Internet Explorer, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni Internet”. Infine accedere alle impostazioni della scheda “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Firefox, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni”. Infine accedere alle impostazioni della voce “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Chrome, digitare “chrome://settings/content” nella barra degli indirizzi (senza virgolette) e modificare le impostazioni relative ai cookies come si desidera.
Su Safari, selezionare la voce “Preferenze” e poi scegliere “Privacy”. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
Se si usa Safari su dispositivi portatili, come iPhone e iPad, è necessario invece agire in questo modo: andare sulla voce “impostazioni” del dispositivo e in seguito trovare “Safari” sul menù di sinistra. Da qui, alla voce “Privacy e sicurezza”, sarà possibile gestire le opzioni sui Cookie.

Per disabilitare i cookie di servizi esterni è necessario agire sulle loro impostazioni:
Servizi di Google | Facebook | Twitter