PREZZO: €16,00
DATA USCITA: 20 MAGGIO 2017
BROSSURA | PP. 208 | COLLANA PASSI
TRADUZIONE DAL TEDESCO FRANCO FILICE

Höppner, Vera, Pauline, Cäcilia, Harry… un gruppo di amici e una promessa: la loro vita non sarebbe stata un semplice avvicendarsi di scuola-lavoro-morte. Per questo motivo e per proteggere chi fra loro – Frieder – ha tentato il suicidio, decidono di andare ad abitare tutti insieme in una ex fattoria.
Una casa in cui vivere senza adulti, un luogo condiviso nella Germania degli anni Ottanta che battezzano Auerhaus – storpiatura tedesca della canzone dei Madness Our House. Questo diventerà il loro mondo, la loro unica vera vita fatta di colazioni insieme, liceo, furti, vino e tzatziki e soprattutto di tante parole spese intorno al tavolo per far da scudo agli umori di Frieder, che non è poi così tanto sicuro che valga ancora la pena di vivere.
Una storia di gioventù, di amicizia e amore, una magica alchimia che Bov Bjerg crea tra questi sei ragazzi idealisti che impareremo a sentire molto vicini e che, pagina dopo pagina, ci conquisteranno al punto da voler vivere nell’Auerhaus, lottare insieme a loro per la felicità, come se fosse una questione di vita o di morte.

Sapevamo da un pezzo che la storia dell’Auerhaus sarebbe finita presto. Ma era come se avessimo fifa a parlarne perché temevamo di accelerare i tempi di quell’epilogo.
Avevamo sempre finto che la vita nell’Auerhaus fosse la nostra vita reale, cioè che sarebbe durata in eterno.
Frieder disse: «Hai gli occhi chiusi e galleggi su un materassino gonfiabile, accarezzato da una leggera brezza. Quello che ti passa per la testa è: ‘Oh che sballo, trascorrerò il resto dei miei giorni in questa laguna, nei mari del Sud’. Poi apri gli occhi e ti rendi conto che è soltanto un pomeriggio in un laghetto di cava, e in un attimo vola via anche quello».

Bov Bjerg (1965), ha compiuto gli studi universitari a Berlino, Amsterdam e all’Istituto tedesco di letteratura di Lipsia. Vive a Berlino. Ha lavorato come attore e autore per il cabaret e ha scritto per vari giornali. Nel 2008 ha esordito con Deadline. Il suo secondo romanzo Auerhaus, del 2014, (La nostra casa, Keller 2017) ha conquistato tutti, critici e lettori, giovani e adulti, è stato rappresentato a teatro e letto nelle scuole, e presto approderà anche sul grande schermo. Nell’estate del 2016 è uscito Die Modernisierung meiner Mutter.

Un successo tra gli adulti e le nuove generazioni tedesche per due mesi nella top ten dei più venduti e per 37 settimane nella lista dei bestseller.

Vorrei starmene con loro, fuggire, amare e fare stupidaggini. CLEMENS MEYER

Bov Bjerg ha scritto uno dei più bei libri dei giorni nostri. SÜDDEUTSCHE ZEITUNG

DICE LA STAMPA

Bov Bjerg ci conduce con leggerezza e profondità in un viaggio nel tempo negli anni Ottanta, in una storia ricca di sensazioni folli e sconvolgenti. Meike Schnitzler, Brigitte, 22.07.2015

Era da anni che aspettavo questo libro. Maxim Biller, ZDF Literarisches Quartett, 11.12.2015

La nostra casa è una storia che si legge d'un fiato, intensa e sconvolgente. Carolin Courts, WDR 5, 21.07.2015

Non c'è una sola parola fuori posto. Peter Praschl, Die Welt, 28.07.2015

Con il suo romanzo Bov Bjerg ci ha regalato una bellissima storia sulla solitudine esistenziale e il vero spirito comunitario. Jess Jochimsen, Badische Zeitung, 17.07.2015

Un incantevole libro sulla giovinezza - per tutte le età. Tobias Becker, Spiegel Online, 15.07.2015

Il calore, il suono e soprattutto la forza di questo romanzo riecheggiano a lungo in chi lo ha letto. Elke Schlinsog, Deutschlandradio Kultur, 15.07.2015

Bov Bjerg è riuscito a trovare una cifra che potrebbe essere accattivante non solo per i giovani, ma anche per gli adulti. Kulturradio rbb, 29.09.2015

La nostra casa di Bov Bjerg è un inno alla libertà dei giovani. E l'autore lo intona con una tale bravura da far venir voglia di tornare giovani. David Hugendick, Die Zeit, 26.11.2015

Il mio classico preferito è La nostra casa di Bov Bjerg. È un libricino smilzo con pochissime pagine che tuttavia sono di un'intensità unica. Björn Beton, Fettes Brot, 24.11.2015

La nostra casa è un libro scritto con tocco sensibile. SPEX, 02.11.2015

In La nostra casa Bov Bjerg narra realisticamente come si diventa adulti. TAZ, 31.10.2015

Emozionante e fresco, molto divertente e pieno di malinconia. Jan Wiele, Frankfurter Allgemeine, 28.11.2015

Bov Bjerg affida all'io narrante il compito di raccontare, con profondità e umorismo, la storia di una meravigliosa amicizia e dell'essere diversi. Susanne Helmer, Nürnberger Nachrichten, 28.11.2015

Un romanzo meraviglioso. Gerrit Bartels, Der Tagesspiegel, 29.11.2015

Non capita spesso. Ma nel caso di questo libro si sente il bisogno di dare non un consiglio, ma un ordine di lettura. Das Magazin, 01.12.2015

La nostra casa potrebbe diventare una sorta di "Un'estate lunga sette giorni II". Gerrit Bartels, Der Tagesspiegel, 05.12.2015

Leggendo questo libro mi sono divertita, emozionata, commossa. Christine Westermann, ZDF

Questo libro è bellissimo. Daniel Cohn-Bendit, ZDF Literarisches Quartett, 11.12.2015

Un libro che ha lasciato senza fiato quasi tutti quelli che lo hanno letto. Volker Weidermann, ZDF Literarisches Quartett, 11.12.2015

Nel suo romanzo Bov Bjerg narra la storia di un gruppo di giovani cresciuti in un paesino della Svevia cogliendo anche lo spirito del nostro tempo. taz, 11.12.2015

Un romanzo molto intenso sul passaggio dall'adolescenza all'età adulta. Hajo Steinert, Deutschlandfunk, 12.12.2015

Il linguaggio preciso di Bjerg toglie alla trama la sua dimensione temporale per traSformarla in una parabola che prescinde dalla collocazione storica. ORF, 16.12.2015

Libro spiritoso, leggero e malinconico. Martin Gaiser, Südwest Presse, 16.12.2015

Il romanzo La nostra casa di Bov Bjerg è una fantastica storia sull'adolescenza nella provincia tedesca. Heimo Mürzl, Wiener Zeitung, 19.12.2015

Il libro che ci voleva, in questo momento. Deutschlandradio Wissen, 03.01.2016

Con questo smilzo romanzo sulla fine dell'adolescenza, Bov Bjerg ha scritto uno dei più bei libri dei giorni nostri. Süddeutsche Zeitung, 09.01.2016

La nostra casa, è questo il titolo del romanzo un po' fantastico di Bov Bjerg, in cui il tono sensibile e malinconico si alterna a un piglio irriverente ma sempre discreto. Michael Saage, Hessische/Niedersächsische Allgemeine, 17.02.2016

Trama densa che scava in profondità, ma narrata con splendida leggerezza. Lausitzer Rundschau, 27.02.2016

Un libro veramente bello. Jörg Petzold, FluxFM, 24.03.2016

Il tono laconico di Bov Bjerg è irresistibile. Mittelbayerischer Zeitung, 12.04.2016

 

 

0
0
0
s2sdefault

LA LIBRERIA KELLER

LA BORSA DELLA SPESA

Nessun oggetto/i nel carrello

Metodi di pagamento

 

BONIFICO BANCARIO | BANCOMAT | IN CONTRASSEGNO
E ORA ANCHE CON CARTE DI CREDITO (TRAMITE PAYPAL)

SUL CONFINE

Benvenuti alla pagina blog della Keller.
Da editore di confine non potevamo che chiamarlo SUL CONFINE e inserirci i temi a noi più cari. In questa pagina trovate una selezione di articoli e curiosità. Se vuoi di più seguici alla pagina web sulconfine.it (a breve online)

 

CERCA

VIENI CON NOI

Keller editore si occupa di letteratura, reportage, viaggi e scrittura. Traduciamo libri importanti in Italia per raccontarvi il mondo che altrimenti perdereste.


via della roggia 26
38068 rovereto (tn), Italy
P.I. IT 01902670221

NEWSLETTER KELLER

Iscrivendoti alla nostra mailing list sarai sempre aggiornato sulle ultime novità, notizie ed eventi. Non facciamo spam.
By subscribing to our mailing list you will always be update with the latest news from us. We never spam.

Vai all'inizio della pagina

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti

Continuando la navigazione accetti la nostra cookies policy. Per saperne di piu'

Approvo

Ti informiamo che questo sito usa i cookie per facilitare la tua navigazione. Continua a leggere per saperne di più e controlla la nostra politica d'uso al link http://www.kellereditore.it/privacy.html

Il sito usa Cookies tecnici (cookies first party) necessati al corretto funzionamento di alcune sue aree.

Il sito si avvale di Google analitycs ma abbiamo modificato le informazioni in modo che è autorizzato solo l'uso di cookie di Google Analytics con IP anonimizzato. Quindi nessuna profilazione dell'utente è possibile.

Questo sita usa anche cookies di terze parti con i plugin dei social media che hanno bisogno di sapere chi sei per funzionare in modo corretto. Facebook, Twitter e altri social networks hanno ciascuno la possibilità di agire sulle impostazioni della privacy.   Questa la lista dei cooki relativi ai social media che qui potete trovare con le funzioni "MI PIACE" e CONDIVIDI": twitter, facebook, pinterest, linkedin, google plus, youtube. RSS.

L’utente può bloccare o limitare la ricezione di cookies attraverso le opzioni del proprio browser.
Su Internet Explorer, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni Internet”. Infine accedere alle impostazioni della scheda “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Firefox, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni”. Infine accedere alle impostazioni della voce “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Chrome, digitare “chrome://settings/content” nella barra degli indirizzi (senza virgolette) e modificare le impostazioni relative ai cookies come si desidera.
Su Safari, selezionare la voce “Preferenze” e poi scegliere “Privacy”. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
Se si usa Safari su dispositivi portatili, come iPhone e iPad, è necessario invece agire in questo modo: andare sulla voce “impostazioni” del dispositivo e in seguito trovare “Safari” sul menù di sinistra. Da qui, alla voce “Privacy e sicurezza”, sarà possibile gestire le opzioni sui Cookie.

Per disabilitare i cookie di servizi esterni è necessario agire sulle loro impostazioni:
Servizi di Google | Facebook | Twitter