Rovereto
15 Nov, Friday
6° C
TOP
Image Alt

Libri

IL SILENZIO DEI SATELLITI, CLEMENS MEYER

16,50

«Il miglior narratore che abbiamo» FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG

 

Clemens Meyer torna, dopo lo straordinario romanzo Eravamo dei grandissimi, e incanta con storie che raccontano di battaglie perse e desideri travolgenti, mettendo a fuoco le mille facce del nostro tempo

 

Traduzione dal tedesco Roberta Gado e Riccardo Cravero

24 disponibili (ordinabile)

Info

COD: 9788899911348 Categorie: , Tag: , , , , , , ,

Descrizione

«Il migliore narratore che abbiamo» FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG

Il guardiano di un complesso che confina con il campo profughi; l’amicizia notturna tra due donne schiacciate dalla vita; il proprietario di un chiosco che s’innamora di una ragazza musulmana, ma non osa ammetterlo nemmeno a se stesso; un macchinista che ama la routine del suo lavoro finché il treno non incrocia un uomo che ride, immobile, sui binari. E ancora, un vecchio signore che scava nei ricordi guardando il Mar Baltico e un fantino fallito col sogno di gareggiare a St. Moritz, sul lago ghiacciato…
Clemens Meyer torna, dopo lo straordinario romanzo Eravamo dei grandissimi, e incanta con storie che raccontano di battaglie perse e desideri travolgenti, mettendo a fuoco le mille facce del nostro tempo: l’immigrazione e la povertà, il disagio e la sofferenza che segnano ogni essere umano, ma anche l’amore e la speranza.
Una scrittura magnetica, materica, intrisa di una forza dirompente che difficilmente si dimentica.

Tenerezza e durezza: oggi nessun autore tedesco balla questo tango con la flessuosità di Clemens Meyer. KATHARINA TEUTSCH, DIE ZEIT

Il silenzio dei satelliti mostra una volta di più la vastità di risorse espressive che Meyer sa racchiudere in uno spazio limitato. JÖRG MAGENAU, SÜDDEUTSCHE ZEITUNG

Ma quel mondo che poi germogliò sulle macerie della guerra, concimato da ideali di giustizia e uguaglianza proletaria, protetto da muri che parevano arroganti sebbene fossero friabili, sia davvero stato migliore non si sa. Alla fine è crollato, con i suoi marchi che parevano banconote di monopoli, con le sue onorificenze marxiste, le sue bandiere rosse. Ha lasciato nuovi frantumi, vetri rotti, casermoni sbrecciati, erbacce. Ma ai personaggi di Meyer il giudizio sulla Storia non importa. Conta vivere. E strappare un attimo di empatia. Quella che l’Occidente di oggi ha molto smarrito. BRUNO VENTAVOLI, TUTTOLIBRI

Clemens Meyer è considerato uno dei maggiori scrittori tedeschi contemporanei, letto e apprezzato anche a livello internazionale.
Fra i suoi numerosi premi letterari ricordiamo:
Premio Salerno Libro d’Europa 2017
Finalista Premio Gregor von Rezzori 2017
Longlist Man Booker International Prize 2017
Bremer Literaturpreis 2013
Premio della Leipziger Buchmesse 2008
Clemens-Brentano-Preis der Stadt Heidelberg 2007

Informazioni aggiuntive

Peso 0.200 kg
Dimensioni 14.5 × 21 × 1.2 cm
PAGINE

224

ISBN

9788899911348

COLLANA

Passi

EDIZIONE

2019