DISORIENTAMENTO · IAN WILLIAMS

TRADUZIONE DALL’INGLESE ELVIRA GRASSI E LEONARDO G. LUCCONE
COLLANA RAZIONE K(ELLER)
PAGINE 256
FORMATO 13cm X 21cm 
PREZZO € 18,50
ISBN 979-12-5952-144-6

«Disorientamento» è così onesto, vulnerabile, coraggioso e divertente che mi ha fatto venire un’incredibile voglia di prendermi un lungo caffè con Ian Williams. LAWRENCE HILL

Lo scrittore del bestseller internazionale «Riproduzione» e vincitore dello Scotiabank Giller Award Ian Williams porta un nuovo sguardo e nuove intuizioni all’urgente conversazione odierna su razza e razzismo in saggi sorprendenti e illuminanti che nascono dalla sua stessa esperienza di uomo di colore che si muove nel mondo. Con l’eloquente parola «disorientamento», Ian Williams cattura l’impatto degli incontri razziali sulle persone oggetto di “razzismo”: la sferzata razzista che arriva mentre ci si fa gli affari propri. A volte le conseguenze sono solo irritanti, ma a volte sono mortali. Spinto dagli omicidi della polizia e dalle proteste di piazza del 2020, Williams si è reso conto di poter offrire una prospettiva diversa dai libri quasi esclusivamente incentrati sull’America grazie a un fatto saliente: ha vissuto a Trinidad (dove non era mai l’unica persona di colore nella stanza), in Canada (dove lo era spesso) e negli Stati Uniti (dove, in quanto nero dei Caraibi, era un altro tipo di “persona unica”). Ispirandosi ai saggi di James Baldwin, in cui il personale diventa la porta d’accesso a idee più ampie, Williams esplora aspetti quali l’inconfondibile momento in cui un bambino si rende conto di essere nero; le dieci caratteristiche della bianchezza istituzionale; il modo in cui l’amicizia costituisce un baluardo contro l’essere bersaglio del razzismo; il significato e l’uso del sorriso di una persona di colore; e la cultura della colpa, ovvero come si può operare un cambiamento significativo quando nessuno si sente responsabile delle strutture sistemiche del passato. Con questi saggi, Williams vuole raggiungere un pubblico multirazziale di persone che credono che una conversazione civile anche sugli argomenti più scottanti sia possibile. Esaminando il passato e il presente per parlare al futuro, Williams offre un pensiero nuovo, sentimenti onesti e il suo sorprendente e penetrante dono del linguaggio.
Un contributo lirico e molto informato alla letteratura sulla razza e sulla giustizia sociale. Kirkus Reviews

IAN WILLIAMS

Ian Williams è nato a Trinidad nel 1979 ed è cresciuto a Brampton, in Canada. Ha pubblicato tre raccolte di poesie, You Know Who You Are (2010, finalista al ReLit Prize), Personals (2012, candidato al Griffin Poetry Prize e al Robert Kroetsch Poetry Book Award) e Word Problems (2020, vincitore del Raymond Souster Award), e una raccolta di racconti, Not Anyone’s Anything (2011), con cui ha vinto il Danuta Gleed Literary Award. Riproduzione è il suo romanzo d’esordio, con cui si è aggiudicato lo Scotiabank Giller Prize nel 2019. Ha insegnato poesia alla School of Creative Writing della University of British Columbia e nel 2014-2015 è stato writer-in-residence alla University of Calgary. Attualmente vive a Toronto e insegna alla University of Toronto.
GRUPPO //TEMI // PAROLE CHIAVE
LETTERATURA // LETTERATURA LETTERATURA CANADESE (DOPO IL 2000), LETTERATURA IN LINGUA INGLESE, LETTERATURA IN TRADUZIONE, CANADA, SOCIETà, ATTUALITà

Letterature, saggistica e reportage.

PUOI TROVARCI ANCHE QUI