Rovereto
15 Nov, Friday
6° C
TOP
Image Alt

Libri

IL NERO è UN COLORE, Grisélidis Réal

17,00

«Pittrice, scrittrice, una personalità fiammeggiante» LE MONDE

 

«Un libro pieno di furore e di dolcezza, con vere e proprie impennate liriche e descrizioni indimenticabili» PIERRE LEPORI, Radio Svizzera Italiana

 

Il nero è un colore è la storia autobiografica di Grisélidis Réal, autrice svizzera che negli anni Sessanta fugge in Germania con due figli e il suo amante nero dopo averlo fatto dimettere da una clinica psichiatrica di Ginevra.

 

Traduzione dal francese Yari Moro

Supervisione alla traduzione Maurizia Balmelli

25 disponibili (ordinabile)

Info

Descrizione

«Pittrice, scrittrice, una personalità fiammeggiante» LE MONDE

 

«Un libro pieno di furore e di dolcezza, con vere e proprie impennate liriche e descrizioni indimenticabili» PIERRE LEPORI, Radio Svizzera Italiana

 

Il nero è un colore è la storia autobiografica di Grisélidis Réal, autrice svizzera che negli anni Sessanta fugge in Germania con due figli e il suo amante nero dopo averlo fatto dimettere da una clinica psichiatrica di Ginevra.
La fuga li conduce a Monaco dove la donna comincia la sua battaglia contro la miseria e la precarietà, contro la difficoltà di tenere unita un’improbabile famiglia, cui si aggiungono le botte, l’iniziazione alla prostituzione – “Sono passata dall’altra parte, quella da cui non si torna più indietro” dice la protagonista –, le malattie. E ancora lo spaccio di droga, la prigione…
Ma Il nero è un colore è soprattutto una storia d’amore: l’amore della protagonista per i neri, i neri delle caserme americane, con la loro sensualità e le loro macchine luccicanti, l’amore per la “razza” zingara – la sua vera famiglia –, l’amore per la musica e la danza, l’amore per la vita.
Un’esistenza fiammeggiante resa con grande forza espressiva, una scrittura profondamente poetica e allo stesso tempo libera, come libera, forte e anticonformista è la protagonista di questo libro indimenticabile.

Grisélidis Réal è nata a Losanna nel 1929. Ha trascorso la sua infanzia in Egitto e in Grecia, prima di intraprendere gli studi in Arti decorative a Zurigo. Presto madre di quattro figli, si prostituisce in Germania nei primi anni Sessanta, poi diventa la famosa “puttana rivoluzionaria” dei movimenti delle prostitute nel decennio che segue e cofondatrice di un’associazione di tutela nei loro confronti (ASPASIE). È morta il 31 maggio 2005.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.230 kg
Dimensioni 14.5 × 21 × 1.5 cm
PAGINE

288

ISBN

9788899911379

COLLANA

Passi

EDIZIONE

2019